Trasporto in automobile

Secondo l’art. 169 del Codice della Strada, è consentito viaggiare in auto con un solo animale domestico libero, purchè non costituisca impedimento o pericolo per la guida, ma è comunque consigliato, anche se viaggiate con un solo cane, di portarlo nel trasportino o nel vano posteriore, in modo da tutelare voi stessi e il vostro amico a 4 zampe in caso di una brusca frenata o incidente.

E’ possibile anche trasportare più animali domestici, purchè custoditi in apposita gabbia/trasportino o vano posteriore dell’auto diviso da rete o griglia idonea, tali divisori se installati in via permanente devono essere autorizzati dall’ufficio competente della Motorizzazione Civile.

Bisognerebbe ambientare gradualmente il cane all’auto, facendolo salire e scendere con l’auto spenta, stando seduti con lui, dandogli persino da mangiare sull’auto in maniera che prenda confidenza, poi si potrà iniziare a fare dei viaggi brevi e quando sarà più tranquillo ed a suo agio, aumentare la durata degli spostamenti.

Nei viaggi lunghi bisognerebbe fermarsi ogni 2-3 ore circa per almeno un quarto d’ora per permettere al cane di rilassarsi, sgranchirsi, annusare in giro e fare i bisogni, a maggior ragione se tenete il vostro amico a 4 zampe nella gabbia o trasportino e non fategli mai mancare un ricircolo d’aria dai finestrini leggermente abbassati.

Se non si vuole mettere il cane nel baule con la divisoria, oppure nel trasportino, per la sua incolumità ma anche per la vostra sicurezza alla guida, ci sono delle imbracature (pettorine), per cani inferiori ai 40 kg, con un laccio allungabile simile al guinzaglio, da allacciare agli attacchi delle cinture di sicurezza del sedile posteriore, ma assicuratevi che il cane si possa muovere un po’, stare seduto e sdraiarsi.

Un ultimo ma non meno importante accorgimento è di non permettete mai al cane di tenere la testa fuori dal finestrino durante il viaggio, il troppo vento può causare problemi alle orecchie e agli occhi e se dovete lasciare il cane in macchina assicuratevi che sia parcheggiata all’ombra per l’intera durata della sosta con i finestrini leggermente abbassati per consentire un ricircolo d’aria, ma non troppo per permettere al cane di fuoriuscire con la testa, e proprio mai, nemmeno per pochi minuti, lasciare la macchina al sole quando la temperatura esterna supera i 25°.